respira sei vivo
Uscendo da un ritiro – Corrado Pensa
11 Dicembre 2015
giudizio
Giudizi: come la Mindfulness può aiutarci
8 Gennaio 2016

Feste natalizie, occasione di consapevolezza

feste

La consapevolezza riguarda prima di tutto l’uscire dai nostri pensieri e stare nel momento presente e il modo migliore per farlo è collegandoci ai nostri sensi. Come mai proprio i sensi? Perché non possiamo sentire un profumo domani, o sentirlo ieri! Ecco perché le feste natalizie sono una grande opportunità di praticare la consapevolezza. Perché siamo pieni di stimoli sensoriali.

Durante queste vacanze esercitati a risvegliare i tuoi sensi

Se sei fuori per una passeggiata, stai visitando una città oppure ti stai rilassando in luoghi familiari, assicurati di entrare veramente in sintonia con i posti, i suoni e gli odori della stagione. Senti il vento invernale sulle guance, osserva come le canzoni di Natale possono portarti indietro nel tempo, dandoti una certa sensazione dentro, ascolta l’odore dei dolci nell’aria. Essere presenti per queste cose – questo ti farà conoscere ciò che cosa ti possono dare.

Assapora il piacere del cibo con attenzione

La Mindfulness non solo aiuta ad assaporare tutte le prelibatezze che le feste natalizie portano, ma aiuta anche a limitare il consumo eccessivo che spesso accompagna i pasti natalizi. Tendiamo a finire per consumare più cibo e bevande di quanto vorremmo, ma questa periodo di vacanza è il momento ideale per praticare la consapevolezza ed aiutarci a determinare quando ne abbiamo avuto abbastanza.
Assaporando il cibo e le bevande più lentamente puoi notare in modo naturale quando sei sazio. Puoi usare la consapevolezza per ascoltare il tuo corpo e seguire i segnali di pienezza che ti manda. Quindi, piuttosto che agire quando la tua mente dice: “Voglio un altro biscotto!” puoi essere in grado di ascoltare quello che dice la tua pancia. Se noti di essere pieno, o forse la pancia sta già scoppiando, poi ringraziare la tua mente per quel pensiero e lasciare i biscotti nel vaso – o semplicemente chiudere gli occhi e sentire l’odore del biscotto. A volte assaporare con il naso è altrettanto soddisfacente che assaporare con la lingua. Provalo!

Non essere troppo duro con te stesso

Una grande parte della Mindfulness non è solo la compassione per gli altri, ma anche per noi stessi. Pertanto, abbi l’intenzione di essere gentile con te stesso! Passiamo così tanto tempo durante le vacanze pensando solo agli altri: shopping per i regali, la pianificazione delle vacanze con gli altri e cercando di creare l’atmosfera perfetta per tutti. Ma anche l’auto-compassione è importante per il nostro benessere. Prova a notare cosa si manifesta dentro di te – nel tuo corpo e nelle tue emozioni – quando metti troppa pressione su di te, o ti incolpi quando le cose non vanno come previsto, o quando senti di aver mangiato troppo. In quei momenti puoi ricordarti di prendere un paio di respiri profondi. E dirti, come si fa con un buon amico, “non essere così duro con se stesso”.

È solo la fine dell’anno, non la fine del mondo

Nella corsa frenetica di questi giorni potremmo vedere le feste natalizie come una scadenza da rispettare e dimenticare che – belli come il Natale, il Capodanno, l’Epifania possono essere – sono solo un altro giorno in cui gli eventi vanno e vengono. Conservare la consapevolezza delle aspettative potrebbe esserti utile durante la giornata. Ogni volta che noti la tua mente correre dietro a qualsiasi tipo di aspettativa gonfiata o non realistica, puoi prendere qualche respiro e tornare al momento presente. Lo stesso vale per la buona vecchia aspettativa di un dramma familiare. Rimuginare su ciò che potrebbe accadere durante la compagnia dei familiari non aiuterà. Hai soltanto più tensione dentro la testa. Lascia andare ogni aspettativa e saluta il giorno che sta bussando alla porta.

Buone vacanze da Mindfulness Sardegna!

Gianluca Ostuni
Gianluca Ostuni
Psicologo, Insegnante MBSR qualificato presso il Center for Mindfulness UMass (fondato da Jon Kabat-Zinn), Insegnante di Mindfulness Psicosomatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *